• Tipo News
    LEGISLAZIONE
  • Fonte
    Consiglio dell'Unione europea
  • Del

Il Consiglio dell’Unione europea ha adottato il Regolamento che intende armonizzare le norme sull'Intelligenza Artificiale, anche conosciuto con Artificial Intelligence Act - AI Act.

Si tratta del via libera definitivo previsto dall'iter, successivo all'Accordo Politico tra Parlamento europeo e Consiglio dell'Unione europea sul testo.

La legge mira a promuovere lo sviluppo e l'adozione di sistemi di Intelligenza Artificiale sicuri e affidabili nel mercato unico dell'Unione europea da parte di soggetti pubblici e privati.

Allo stesso tempo, mira a garantire il rispetto dei diritti fondamentali dei cittadini dell'Unione europea e a stimolare gli investimenti e l'innovazione sull'Intelligenza Artificiale in Europa.
La classificazione dei diversi tipi di Intelligenza Artificiale nel testo avviene in base al rischio: i sistemi di IA che presentano un rischio limitato saranno soggetti a obblighi di trasparenza più leggeri, mentre i sistemi ad alto rischio saranno autorizzati ma soggetti a una serie di requisiti e obblighi per accedere al mercato dell'Unione europea.

Alcuni sistemi di IA come, ad esempio la manipolazione cognitivo-comportamentale e il social scoring saranno vietati. Specifiche eccezioni riguarderanno anche le forze dell'ordine.

La governance che sorveglierà l'applicazione delle norme si articolerà in:

  • Lato Commissione europea - l’Ufficio IA, con il compito di supervisionare i modelli IA più avanzati e promuovere standard e pratiche di test, con il supporto di un gruppo scientifico di esperti indipendenti.
  • Lato Stati membri - l’AI Board, che rimarrà una piattaforma di coordinamento e un organo consultivo della Commissione.
  • Lato stakeholder - l’advisory forum a sostegno di AI Office e AI Board.
  • Inoltre, un gruppo di esperti indipendenti a supporto dell'esecuzione delle attività.

Successivamente alla sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea (GUUE), l'Atto entrerà in vigore e la sua applicazione avverrà progressivamente entro 2 anni.