• Condividi su Facebook

Transizione verde e digitale: serve una metodologia comune per lo sviluppo di nuove tecnologie

  • 48073
  • Science|Business 03/07/2020
  • INFORMAZIONE

In un position paper pubblicato questa settimana, gli eurodeputati del Partito Popolare Europeo (PPE) nella commissione per l'industria del Parlamento europeo affermano che è necessario un maggiore coordinamento per garantire che Horizon Europe possa lavorare con il settore privato per sviluppare e implementare le tecnologie che sosterranno la transizione verso un'economia verde e digitale.

Sottolineano infatti la mancanza di un "finanziamento coerente e un calendario coerente" nelle iniziative congiunte con l'industria e l'inesistenza di una metodologia per promuovere la tecnologia necessaria.

Ne documento si legge che "Molte delle tecnologie di cui abbiamo bisogno per portare avanti la decarbonizzazione e la digitalizzazione devono ancora essere sviluppate".

Christian Ehler, l'eurodeputato tedesco che ha redatto il documento, ha affermato in un'intervista a Science|Business che i piani per un recupero sostenibile e digitale dovrebbero stabilire priorità più chiare e avere una metodologia comune.

Nell'ambito di Horizon Europe, la Commissione sta pianificando partnership industriali nei settori dell'acciaio, dell'aviazione e dell'energia a idrogeno, per sviluppare e implementare le tecnologie di cui l'Europa ha bisogno per spingere la sua economia verso un'era verde e digitale.

Secondo Ehler, i piani di partenariato dovrebbero essere collegati agli investimenti infrastrutturali necessari per mettere in uso queste tecnologie, come l'adattamento dei gasdotti di gas naturale per il trasporto dell'idrogeno. 

Il tempo a disposizione è poco, con la pandemia che ha modificato l'agenda politica di Bruxelles, lasciando alla Commissione, insieme al Consiglio e al Parlamento, meno di sei mesi per concordare gli ultimi dettagli di Horizon Europe, compresi i partenariati di ricerca con l'industria.

I progressi dipendono principalmente dalla velocità con cui gli Stati membri potranno concludere i negoziati sul bilancio settennale dell'UE, il cui inizio è previsto per gennaio 2021.

Link
Quadro di finanziamento
Area di interesse
  • Unione Europea