• Condividi su Facebook

Al via il distretto tecnologico per la meccanica avanzata in Emilia-Romagna. Firmato l’accordo conclusivo tra Ministero della Ricerca e Regione Emilia-Romagna per il finanziamento dei programmi per il distretto tecnologico della meccanica avanzata

  • 9253
  • ART-ER 13/05/2004
  • LEGISLAZIONE
Il Ministro dell’Università e della Ricerca, Letizia Moratti e il Presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani, alla presenza del Viceministro Guido Possa, dell’Assessore regionale Duccio Campagnoli e del Rettore dell’Università di Modena e Reggio Emilia prof. Giancarlo Pellacani in rappresentanza delle quattro Università dell’Emilia-Romagna, hanno firmato oggi al Ministero, l’accordo di programma che dà il via libera ai finanziamenti per la realizzazione e lo sviluppo del distretto per la meccanica avanzata, il distretto HI-MECH. La stipula dell’accordo fa seguito al protocollo d’intesa firmato il 9 dicembre 2003. Il distretto HI-MECH sarà costituito da una rete formata da laboratori di ricerca industriale e trasferimento tecnologico situati ed operanti nel territorio dell’Emilia-Romagna che saranno selezionati dal Programma per la ricerca e l’innovazione attivato dalla Regione. Ciascun laboratorio promuoverà la cooperazione di più istituti e centri di ricerca, dipartimenti universitari e imprese. Le “Tecnologie per la Meccanica Avanzata” sulle quali i laboratori opereranno sono:
  1. Tecnologie per la progettazione (simulazione e progettazione integrata, rumore e vibrazioni);
  2. Materiali e superfici (nano-fabbricazione, materiali per la progettazione avanzata, superfici e ricoprimenti per la meccanica avanzata e la nanomeccanica);
  3. Meccatronica e automazione (sensori, attuatori e sistemi di automazione per l’industria meccanica con specifico riferimento alle aree automotive, robotica e macchine, meccatronica, tecnologie, prodotti e processi in atmosfera controllata e modificata).
Con la stipula dell’accordo di programma ‘HI-MECH’ l’Emilia-Romagna si colloca definitivamente come l’area di eccellenza italiana per la ricerca e le attività della meccanica avanzata. “Con HI-MECH - ha dichiarato il Ministro Moratti - si coniuga l’investimento nella ricerca di eccellenza a livello europeo, con la grande sfida dell’innovazione di un settore produttivo consolidato, che si conferma come asse portante della competitività del Paese”. “L’accordo che oggi la Regione Emilia-Romagna ha firmato – ha spiegato il Presidente Errani - si inserisce nel processo già avviato con la Legge regionale per l’innovazione e la ricerca, che ha scelto come nuova frontiera lo sviluppo dell’economia della conoscenza”. L’Assessore Campagnoli ha sottolineato che 'il Programma Regionale per la Ricerca Industriale, l’Innovazione e il Trasferimento Tecnologico, già in corso di attuazione in queste settimane, sta vedendo la presentazione di molte e significative proposte di progetti di imprese e di laboratori di ricerca'. Si avrà quindi una nuova rete regionale per il trasferimento tecnologico con un nuovo impegno straordinario per quantità e qualità da parte del mondo della ricerca dell’Emilia-Romagna, delle Università, del CNR, dell’ENEA, del consorzio Aster e del mondo produttivo. Per la realizzazione del Distretto HI-MECH vengono stanziati complessivamente 50 mln di Euro: il Ministero stanzia 25 mln di euro ripartiti nell’arco di 3 anni ed altrettanti 25 mln di Euro verranno messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna. E’ stato istituito un Comitato Paritetico per la gestione e lo sviluppo delle attività che sono previste dall’accordo di programma.
Referente
  • E-mail: hi-mech@aster.it
Link
Identificativo dell'invito
Quadro di finanziamento
  • PRRIITT - Mis.4 Az.A : Programma per la ricerca industriale ed il trasferimento tecnologico Misura 4 - Sviluppo di rete Azione A - Laboratori di ricerca e trasferimento tecnologico
  • DM 593/00 Art.13 : Specifiche iniziative di programmazione
Focus
Area di interesse
  • Territorio nazionale
Stanziamento in euro