• Condividi su Facebook

Bilancio UE 2023: il Parlamento europeo si impegna su Ucraina, energia e ripresa

  • 57542
  • Parlamento europeo 23/11/2022
  • POLITICA GENERALE

Approvato dal Parlamento europeo il bilancio 2023, che ammonta a 186,6 miliardi di euro in impegni per priorità chiave come aiuti umanitari, Erasmus+, infrastrutture.

Per il bilancio dell'UE del prossimo anno, gli eurodeputati hanno ottenuto un sostegno migliore e più efficace per affrontare le conseguenze della guerra in Ucraina e il processo di recupero della pandemia.

In un accordo con gli Stati membri, lunedì 14 novembre, il Parlamento ha ottenuto 1,05 miliardi di euro per le sue priorità, oltre a quanto inizialmente proposto dalla Commissione nel progetto di bilancio. Gli eurodeputati hanno aumentato i finanziamenti per i programmi e le politiche che considerano fondamentali per affrontare le conseguenze della guerra in Ucraina e della crisi energetica, per contribuire alla ripresa post-pandemia e per rafforzare le transizioni verdi e digitali, in linea con le priorità che il Parlamento ha definito nelle sue linee guida per il 2023.

Il bilancio 2023 è stato adottato con 492 voti favorevoli, 66 contrari e 46 astensioni.

Per fronteggiare le conseguenze della guerra in Ucraina, il Parlamento europeo ha assicurato risorse aggiuntive, tra gli altri, al programma Erasmus+, con 120 milioni a supporto di studenti e professori ucraini.

Sul tema energia e clima, gli eurodeputati sono riusciti ad aumentare i finanziamenti per incoraggiare l'indipendenza energetica dell'UE e per sostenere i cittadini e le PMI con le loro bollette energetiche elevate, sostenendo al contempo la transizione verde e la biodiversità. I programmi che hanno ricevuto un sostegno aggiuntivo sono:

  • Horizon Europe, con +10 milioni di euro
  • il Meccanismo per collegare l'Europa, che finanzia la costruzione di reti transeuropee di trasporto e di energia sostenibili e di alta qualità, con +103,5 milioni di euro
  • il programma LIFE per l'ambiente e l'azione per il clima, con +30 milioni di euro.

A sostegno della ripresa post-pandemica, gli eurodeputati hanno ripristinato il taglio di 200 milioni di euro operato dal Consiglio al programma EU4Health e hanno ottenuto altri 7,5 milioni di euro, sostenendo che la pandemia COVID-19 non è ancora finita e che è necessario sostenere i sistemi sanitari nazionali affinché diventino più resilienti.

Il Parlamento si è anche battuto e ha ottenuto un sostegno aggiuntivo per aumentare la dotazione finanziaria del programma Creative Europe, che registra un +€7.5 milioni di euro.

12,4 miliardi di euro per Horizon Europe per il 2023

Dopo settimane di negoziati, l'Unione europea ha approvato un bilancio di 12,4 miliardi di euro per il programma di ricerca e innovazione Horizon Europe nel 2023.

Il Parlamento europeo è riuscito a difendere Horizon Europe dai 663 milioni di euro di tagli proposti dagli Stati membri, ma non è riuscito a ottenere molti più fondi per il programma, anche se ha ottenuto 10 milioni di euro in più per il programma di mobilità per la ricerca Marie Sk?odowska-Curie Actions.

I politici si sono anche scontrati sulla destinazione dei fondi Horizon non spesi negli anni precedenti: gli eurodeputati avrebbero voluto che il denaro tornasse nel bilancio della ricerca, ma hanno incontrato l'opposizione degli Stati membri, che l'hanno spuntata.

Il bilancio finale per il prossimo anno è maggiorato dell'1,1% rispetto a quello del 2022 e simile nella forma. Il Consiglio europeo della ricerca (ERC) riceverà la fetta più grande della torta, con 2,1 miliardi di euro. Le altre quattro grosse fette di finanziamento, oltre 1 miliardo di euro, andranno a grandi progetti di collaborazione nei settori digitale, climatico ed energetico, bioeconomia e alimentare, e al fondo per le start-up e l'innovazione, il Consiglio europeo per l'innovazione (EIC).

Questa la divisione del budget 2023 per Horizon Europe, come riportato da ScienceBusiness:

budget2023_HEU

Il budget 2023 degli altri programmi di finanziamento EU

Il programma che ha ottenuto più fondi per il prossimo anno è Erasmus+: i politici hanno infatti concordato un budget di 3,7 miliardi di euro per il programma, compresa un'integrazione di 120 milioni di euro. Il denaro extra consentirà di sostenere gli accademici e gli studenti ucraini in fuga dalla guerra.

Il programma Digital Europe, destinato alla trasformazione digitale in UE, riceverà 1,3 miliardi di euro il prossimo anno, solo pochi milioni in meno rispetto alla proposta originale della Commissione. Il Parlamento è riuscito a difenderlo da tagli più consistenti da parte degli Stati membri.

Il Fondo europeo per la difesa, come proposto dalla Commissione, avrà un budget di 319,3 milioni di euro per la ricerca.

Il bilancio del Programma spaziale europeo sarà di 2 miliardi di euro l'anno prossimo, lo stesso di quest'anno.

Il contributo dell'UE a ITER, il megaprogetto internazionale di ricerca sulla fusione nucleare, ha subito il colpo più duro durante i negoziati. La Commissione aveva inizialmente proposto un bilancio di circa 1 miliardo di euro, che gli Stati membri volevano ridurre a 899 milioni di euro. L'accordo finale è ancora più basso: 839,8 milioni di euro.

Il programma di ricerca sulla fissione e la fusione nucleare Euratom avrà un bilancio di 276,5 milioni di euro, senza tagli né integrazioni.

Anche Invest EU, che fornisce finanziamenti alle imprese, compresi quelli per i loro progetti di ricerca, innovazione e sviluppo, rimane al livello proposto dalla Commissione con 340,7 milioni di euro nel 2023.

Link
Quadro di finanziamento
Area di interesse
  • Unione Europea